Skip to content

Corsi Sicurezza sul Lavoro

Catalogo corsi
D. Lgs 81/08

Cos’è e a chi è rivolto il D. Lgs. 81/08 e s.m.i.?

Il testo unico sulla salute e sicurezza sul lavoro è una raccolta di 306 articoli, suddiviso in 13 titoli, che ha lo scopo di analizzare e indicare tutte le linee guida da seguire in qualsiasi ambito lavorativo, affinché il lavoratore sappia quali siano i suoi doveri nonché i suoi diritti all’interno dell’azienda, da e verso i suoi colleghi. Per questo motivo, il D. Lgs. 81/08 è rivolto a tutti i lavoratori, a prescindere dalla loro mansione. Infatti, ciascuno di loro è obbligato a seguire dei corsi di formazione, generali e specifici, che richiederanno un aggiornamento, a distanza di uno o più anni, in base al rischio a cui sono sottoposti.

Quali sono le figure lavorative esplicate nel D. Lgs. 81/08 e s.m.i.?

All’interno del testo unico sono elencate le figure professionali a cui sono rivolte le attuali forme di prevenzione e protezione all’interno di un’organizzazione lavorativa. Tra queste ricordiamo: lavoratore, datore di lavoro, dirigente, preposto, responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP), addetto al servizio di prevenzione e protezione (ASPP), medico competente, rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS).

  • Lavoratore: persona che, indipendentemente dalla tipologia contrattuale, svolge un’attività lavorativa nell’ambito dell’organizzazione di un datore di lavoro pubblico o privato, con o senza retribuzione, anche al solo fine di apprendere un mestiere, un’arte o una professione, esclusi gli addetti ai servizi domestici e familiari;
  • Datore di lavoro: il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore o, comunque, il soggetto che ha la responsabilità dell’organizzazione stessa o dell’unità produttiva in quanto esercita i poteri decisionali e di spesa;
  • Dirigente: persona che, in ragione delle competenze professionali e di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, attua le direttive del datore di lavoro organizzando l’attività lavorativa e vigilando su di essa;
  • Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP): persona in possesso delle capacità e dei requisiti professionali designata dal datore di lavoro, a cui risponde, per coordinare il servizio di prevenzione e protezione dai rischi;
  • Rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS): persona eletta o designata per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro;
  • Preposto: persona che, in ragione delle competenze professionali e nei limiti di poteri gerarchici e funzionali adeguati alla natura dell’incarico conferitogli, sovrintende alla attività lavorativa e garantisce l’attuazione delle direttive ricevute, controllandone la corretta esecuzione da parte dei lavoratori ed esercitando un funzionale potere di iniziativa.

Per tutte le figure precedentemente elencate e anche per altre, come per gli addetti alle emergenze, il datore di lavoro, secondo quanto riportato dal suddetto D. Lgs., ha il dovere di provvedere alla formazione di tutti suoi dipendenti.